Rapida

Salta ai contenuti
Rapida
 
Sei in: Home ›› Cittadino ›› Istruzione e infanzia ›› Servizi educativi e ricreativi privati ›› Autorizzazione al funzionamento dei servizi educativi privati (nidi e servizi integrativi al nido)

Autorizzazione al funzionamento dei servizi educativi privati (nidi e servizi integrativi al nido)


Denominazione procedimento
Autorizzazione al funzionamento dei servizi educativi privati (nidi e servizi integrativi al nido)
Descrizione procedimento

Il procedimento di autorizzazione al funzionamento è disciplinato da:

  • L.R. 19/2016;
  • Direttiva Regionale 1564/2017;
  • Regolamento per l’autorizzazione al funzionamento, l’accreditamento e il controllo dei servizi educativi e ricreativi per la prima infanzia (0-3 anni)

Le tipologie dei servizi educativi soggetti all’autorizzazione al funzionamento sono:

  • nidi d’infanzia (comprensivi di micronidi, sezioni aggregate /sezioni primavera, nidi aziendali);
  • servizi integrativi al nido (spazio bambini, centri per bambini e famiglie, servizi domiciliari, servizi sperimentali)

Il procedimento per il rilascio dell’autorizzazione al funzionamento è disciplinata dall’Allegato B della Direttiva Regionale 1564/2017.
L'autorizzazione al funzionamento ha una durata di sette anni e può essere rinnovata, previa richiesta del soggetto gestore da inoltrare almeno novanta giorni prima della scadenza.

Ufficio responsabile di istruttoria
Area: Area Infanzia, Istruzione e Giovani
Servizio:
Ufficio: U.O. Staff e Servizi Educativi Privati
Indirizzo:

Via M. D’Azeglio, 2 - Ravenna - 1^ piano

Responsabile del Procedimento
Valeria Mazzesi Tel. 0544/482515, e-mail vmazzesi@comune.ra.it
Soggetto che firma l'atto/provvedimento finale
Capo Area Infanzia, Istruzione e Giovani, dott.ssa Laura Rossi Tel. 0544/482230
Tipologia di atto/provvedimento finale
Autorizzazione
Requisiti del soggetto che presenta domanda di avvio del procedimento

I requisiti sono quelli previsti dall’art. 16 della L.R.19/2016:

  • disporre di strutture con le caratteristiche previste dagli articoli 24, 25 e 26 della L.R.19/2016 e gli standard di cui alla Direttiva regionale 85/2012;
  • disporre di personale in possesso dei titoli di studio previsti dalla normativa in vigore;
  • applicare al personale dipendente i contratti collettivi nazionali di settore, secondo il profilo professionale di riferimento;
  • applicare il rapporto numerico tra educatori e bambini iscritti così come indicato nella Direttiva regionale 85/2012;
  • adottare, qualora vengano forniti uno più pasti, una tabella dietetica approvata dall’AUSL e prevedere procedure di acquisto degli alimenti che garantiscano il rispetto del DPR 7 aprile 1999, n. 128 “Regolamento recante norme per l’attuazione delle direttive 96/5/CE e 98/36/CE sugli alimenti a base di cereali e altri alimenti destinati a lattanti e bambini”, che prevedano l’utilizzo esclusivo di prodotti non contenenti alimenti geneticamente modificati e diano priorità all’utilizzo di prodotti ottenuti con metodi biologici;
  • provvedere alla copertura assicurativa del personale e degli utenti;
  • destinare una quota dell’orario di lavoro del personale, pari ad un minimo di venti ore annuali, alle attività di aggiornamento, alla programmazione delle attività educative e alla promozione della partecipazione delle famiglie;
  • redigere, secondo le indicazioni contenute nelle direttive di cui all'articolo 1, comma 4 un piano finalizzato alla prevenzione, valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato, anche ai fini di quanto previsto dalla legislazione specifica in materia di tutela e sicurezza sul lavoro;
  • attuare, nel rapporto con gli utenti, le condizioni di trasparenza e partecipazione delle famiglie di cui all'articolo 8 della L.R. 19/2016.
Costi

Marca da bollo secondo tariffa vigente sul modulo di domanda; marca da bollo secondo tariffa vigente per rilascio autorizzazione.

Documentazione da allegare alla domanda

Il modulo di domanda e l’elenco degli allegati sono reperibili al link Modulistica (in Allegati e Link).

Modalità di presentazione della domanda

La domanda, con apposta marca da bollo secondo tariffa vigente, è da presentare a:
Capo Area Infanzia, Istruzione e Giovani - Comune di Ravenna - Via Massimo D’Azeglio, 2 - 1° piano
Orari di apertura: lunedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00; giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00

Tempi di conclusione del procedimento
60 giorni